Il collagene è una delle proteine più importanti di cui siamo costituiti. Lo stato della pelle e del tessuto osseo, la salute dei tendini, dei capelli e della parete intestinale dipendono dalla sua presenza nell'organismo in quantità adeguate.
Il nome “collagene” non poteva essere più adeguato: deriva dal greco e significa, infatti, “Produrre colla”. Ben l’80% del tessuto connettivo, che collega, sostiene e nutre i nostri organi è composto da fibre di questa molecola.

Moltissimi di voi lo avranno proprio sentito nominare in varie pubblicità di cosmetici anti-age, mentre veniva sottolineata la sua importanza per il mantenimento di una pelle giovane.

Il rinnovamento di questa proteina avviene a ritmi diversi a seconda della parte dell’organismo in cui viene prodotta. Con l’avanzare dell’età ne viene sintetizzata una quantità sempre minore e il nostro corpo ne risente sotto molti aspetti. I primi segnali visibili di questo fenomeno sono la formazione di rughe. La carenza di collagene si manifesta sotto molti altri frangenti. Sono spesso legati alla carenza di questa importante proteina dolori articolari, fragilità delle ossa e malfunzionamento intestinale. Raggiunta una certa età è molto importante accompagnare una corretta nutrizione all'integrazione di collagene per mantenere le cartilagini flessibili e resilienti, contrastando così la formazione di artrosi e i dolori dovuti allo sfregamento del tessuto osseo articolare.

Il collagene contiene due amminoacidi molto importanti per la digestione: la glutammina e la glicina. Il primo è impiegato nella guarigione e riproduzione della parete cellulare. La glicina, invece, contribuisce all'adeguata secrezione di acido gastrico nello stomaco, funzione vitale che diminuisce con l’età.  

L’introduzione di questa proteina può avvenire attraverso la dieta, mangiando, ad esempio, un buon brodo di carne. L'assunzione per via orale è, ovviamente, la più efficacie. Ne conseguono, quindi, i limiti che possono avere le creme cosmetiche in quanto introducono il collagene attraverso l'assorbimento cutaneo. In questo caso, infatti, non è possibile sfruttarne appieno l’efficacia nel combattere altri importanti aspetti dell’invecchiamento.
Il collagene idrolizzato è attualmente la forma di collagene più efficacie in quanto è scomposto in frammenti più piccoli per essere assorbito più facilmente e reso disponibile ove l'organismo ne necessita. Alcuni studi hanno dimostrato che alcuni dei peptidi presenti nel collagene idrolizzato, in particolare quelli contenenti idrossiprolina, sono, addirittura, in grado di attraversare la barriera intestinale raggiungendo direttamente il circolo sanguigno.

Ricordiamo, infine, che carenze di collagene sono anche legate al fumo e a livelli di stress elevato. Per questo motivo raccomandiamo sempre di seguire un'alimentazione corretta e uno stile di vita sano.