Cosa è la Dieta a Zona

La Dieta a Zona ha questo nome perché induce nell'organismo uno stato metabolico in cui l'organismo funziona al massimo dell'efficienza per il massimo dei benefici. E' proprio questa precisa condizione dell'organismo che viene definita " la Zona". E' la "zona" ideale (intesa come stato di efficienza dell'organismo) in cui vivere. Si basa su uno specifico rapporto dei 3 principali macronutrienti (carboidrati, proteine, grassi) e sulla qualità degli stessi a cui è opportuno abbinare una adeguata attività fisica e sul controllo quotidiano dello stress.

Cosa Fa la Dieta a Zona

La dieta a Zona favorisce la perdita del grasso superfluo; aiuta a mantenere tonica la muscolatura. E' utile alla vita di tutti i giorni per i benefici che apporta: favorisce la prevenzione delle malattie, e' un valido aiuto nutrizionale per guarire dalle malattie (in aggiunta alle cure mediche specifiche), combatte e contrasta lo stress e l'invecchiamento e aiuta a dormire meglio per un sonno più ristoratore. Gli sportivi (dilettanti, amatori e professionisti) tramite la dieta a zona beneficiano di una situazione metabolica ottimale che aiuta a conseguire i maggiori risultati nel minor tempo possibile, qualunque sia l`attività sportiva praticata

Le Basi Scientifiche della Zona

Quando si segue la dieta a zona si producono alcune sostanze chiamate “eicosanoidi”,. Questi “eicosanoidi” sono dei "messaggeri" che si formano all'interno dell'organismo a partire dai grassi alimentari ingeriti e agiscono in modo simile agli ormoni, controllando ogni aspetto della fisiologia umana compresi gli ormoni testosterone, insulina e ormone della crescita e centinaia di altre funzioni relazionate al benessere, alla salute e all'efficienza.

Queste sostanze sono state oggetto di studio per Bergstrom, Samuelsson e Vane che hanno, per questo, conseguito il premio Nobel per la fisiologia e per la medicina nel 1982. Il Dr. Barry Sears con la Dieta a Zona ha cercato di individuare quale possa essere il metodo nutrizionale che influenza la formazione di questi eicosanoidi buoni (la cui produzione favorisce benessere ed efficienza) e la riduzione degli eicosanoidi cattivi (quelli il cui eccesso causa malfunzionamenti), dirottandola e promuovendola verso la produzione di quelli favorevoli alla salute.

Eicosanoidi Favorevoli
Eicosanoidi Sfavorevoli
Aiutano ad inibire l'aggregazione piastrinica
Favoriscono la vasodilatazione
Aiutano ad inibire la proliferazione cellulare
Stimolano la risposta immunitaria
Aiutano a combattere le infiammazioni

Favoriscono l'aggregazione piastrinica
Favoriscono la vasocostrizione
Favoriscono la proliferazione cellulare
Deprimono la risposta immunitaria
Favoriscono le infiammazioni

Esistono studi che dimostrano come la dieta a zona riduca non solo i livelli di zuccheri e trigliceridi 1 nel sangue, ma anche la pressione e altri indici di patologie, come la proteine C reattiva 2 e l'omocisteina 3.

1 Gannon MC, Nuttal FQ, Saeed A, Jordan K, Hoover H An increase in dietary protein improves the blood glucose response in persons with type 2 diabetes. American Journal of Clinical Nutrition, 2003 n. 78, pagg. 734-741.

2 Pereira MA, Swain J, Goldfine AB, Rifai N, Ludwig DS Effects of a low-glycemic load diet on resting energy expenditure and heart disease risk factors during weight loss . JAMA, 2004 vol. 292, n. 20, 24 november
3 Fontani G, Corradeschi F, Felici A, Alfatti F, Bagarini R, Fiaschi AI, Cerretani D, Montorfano G, Rizzo AM e Berra B : Blood profile, body fat and mood state in healthy subjects on different diets supplemented with omega-3 plyunsaturated fatty acids . European Journal of Clinical Investigation, 2005 n. 35, pagg. 499-507
Inoltre, sono dimostrati effetti benefici sulla capacità cognitive, l'umore, la capacità di controllare le emozioni, l`elaborazione dati e la reattività 4 .

4 Pina R. Anti-inflammatory diet : the Zone and PUFA omega- 3 in sport International Zone Pre-Conference Proceedings – Cancun 2008
Per quanto riguarda l`effetto sulla composizione corporea, ricerche indicano che quando si vuole dimagrire la dieta a zona promuove una maggiore perdita di grasso a parità di calorie 5 .

5 Noakes M, Keogh JB, Foster PR, Clifton PM : Effect of an energy-restricted, high-protein, low-fat diet relative to a conventional high-carbohydrate, low-fat diet on weight loss, body composition, nutritional status, and markers of cardiovascular health in obese women - Am J Clin Nutr 2005;81:1298 –306.
Altri studi indicano che si tratta di uno stile alimentare superiore rispetto ad una dieta a basso contenuto di grassi e ad alto contenuto di carboidrati 6 quando si vuole dimagrire in modo definitivo.

6 Layman DK, Evans EM, Erickson D, Seyler J, Weber J, Bagshaw D, Griel A, Psota T, Kris-Etherton P A Moderate-Protein Diet Produces Sustained Weight Loss and Long-Term Changes in Body Composition and Blood Lipids in Obese Adults J. Nutr. 139: 514–521, 2009.
Per quanto riguarda gli atleti con diversi livelli di prestazione, ricerche hanno dimostrato che il vigore era aumentato e le sensazioni negative diminuite 7 .

7 Pina R. Anti-inflammatory diet : the Zone and PUFA omega- 3 in sport International Zone Pre-Conference Proceedings – Cancun 2008
È inoltre documentato 8-9 come l'insulina possa agire sull'enzima Delta-5-Desaturasi (il quale causa l'incremento degli eicosanoidi "sfavorevoli")

8 el Boustani et al., Direct in vivo characterization of delta 5 desaturase activity in humans by deuterium labeling: effect of insulin

9 Loizou CL. et al., The effect of insulin on delta5 desaturation in hepG2 human hepatoma cells and L6 rat muscle myoblasts

L’importanza degli omega 3 nella dieta a zona

Gli omega 3 sono fondamentali quando si segue la dieta a zona. Oltre a contrastare i processi infiammatori e a proteggere il cuore 10 , gli omega 3, in particolare gli acidi grassi EPA e DHA favoriscono la produzione degli eicosanoidi favorevoli, contribuendo a rendere molto più efficace la dieta a zona.

10 GISSI-Prevenzione Investigators. Dietary supplementation with n-3 polyunsaturated fatty acids and vitamin E after myocardial infarction: results of the GISSI-Prevenzione trial. Lancet 1999; 354:447-55.
Inoltre, è ormai scientificamente provato che gli omega-3 favoriscono le funzioni cerebrali 11-12 contribuendo rendere la mente più lucida.

11 Aas V, Rokling-Andersen MH, Kase ET, Thoresen GH, Rustan AC. Eicosapentaenoic acid (20:5 n-3) increases fatty acid and glucose uptake in cultured human skeletal muscle cells. J Lipid Res. 2006 Feb;47(2):366-74. Epub 2005 Nov 21.

12 Assies J, Lieverse R, Vreken P, Wanders RJ, Dingemans PM, Linszen DH. Significantly reduced docosahexaenoic and docosapentaenoic acid concentrations in erythrocyte membranes from schizophrenic patients compared with a carefully matched control group. Biol Psychiatry. 2001;49(6):510-522.
Barry Sears ha indicato come l`ottimale rapporto tra EPA e DHA idoneo a promuovere al meglio la produzione di eicosanoidi benefici e la salute, sia di 2:1.

Caro lettore, quale altra azienda conosci che pubblica articoli cosi corredati di ricerche scientifiche? A noi risulta solo Ultimate Italia. Questi articoli sono i più tecnici e i più validi che tu possa trovare. Gli stessi libri Universitari sono di molti anni indietro rispetto alle attuali ricerche. Ogni singolo ingrediente che mettiamo nei prodotti deve avere a sostegno solide ricerche e noi lo usiamo nelle medesime quantità e medesime concentrazioni. Ogni integratore incorpora più ricerche. Davvero conosci qualcun altro che lavora in questo modo? Se vuoi davvero il meglio usa gli integratori che coi fatti dimostrano di essere il meglio. Noi siamo Ultimate Italia. Fieri di esserlo da oltre 28 anni.

Come Seguire La Dieta a Zona

La Dieta a Zona mantiene un equilibrio ottimale tra due ormoni che vengono prodotti come conseguenza di un pasto: l`insulina e il glucagone. La prima favorisce l`accumulo del grasso, il secondo agisce esattamente al contrario. Per mantenere questi ormoni in una “zona” ottimale è necessario scegliere gli alimenti considerati “favorevoli”:

  • il 40% delle calorie deve provenire da carboidrati a lento assorbimento, contenuti soprattutto nelle verdure e nella frutta. A seguire i carboidrati complessi e integrali.
  • il 30% delle calorie deve provenire da proteine prive di grassi saturi, come il petto di pollo e di tacchino, gli albumi o le proteine in polvere.
  • il 30% delle calorie deve provenire da grassi prevalentemente monoinsaturi come l`olio d`oliva e gli omega-3 contenuti nel pesce (in particolare EPA e DHA, che dovrebbero essere assunti in una proporzione 2:1). Con moderazione i grassi polinsaturi e da limitare, senza sconfinare in fanatismi, i grassi saturi.

I vantaggi di seguire la dieta a Zona

Per chi pratica fitness o un`attività fisica, la dieta a Zona aiuta a perdere il grasso corporeo mentre i muscoli si mantengono.

Per gli atleti, la Zona è quel particolare stato di forma raggiungibile poche volte in carriera, nel quale si verifica il massimo picco di performance fisica e mentale attraverso il quale si possono raggiungere i propri record.

A livello mentale aiuta ad essere sempre vincenti perché favorisce un senso di tranquillità, sicurezza e fiducia in se stessi.

Per tutti gli altri, aiuta sconfiggere lo stress quotidiano e a rinforzare le difese immunitarie, tanto che le piccole malattie come influenze e raffreddori si verificano meno frequentemente e in forma più leggera, mentre le patologie croniche gravi colpiscono più raramente e le terapie per curarle vengono meglio affrontate.

Ecco perché "conviene" usare gli integratori Ultimate Italia quando si segue la dieta a Zona.

Gli integratori non sono tutti uguali. Ultimate Italia è diversa !

Esistono in commercio diverse marche di integratori per la dieta a zona. Non tutti i prodotti sono uguali, non importa quanto siano ben pubblicizzati o quale "guru" li consigli o da dove vengano. Informati. Verifica gli ingredienti.

BARRETTA 40-30-30
Hanno una ripartizione delle calorie perfetta (40-30-30) e contengono solo proteine nobili (del latte e di soia isolate); carboidrati principalmente lenti (fruttosio e maltodestrine) e a differenziato grado di assorbimento, grassi buoni (olio di oliva, di arachide, lecitina di soia) e fibre (inulina, pectine) che modulano l'assorbimento degli ingredienti, abbassandone l'indice glicemico. Con le vitamine naturali di acerola, germe di grano e lievito di birra.

Una barretta ha solo 97 calorie e corrisponde a un blocco perfetto della dieta a zona.

Confrontaci con qualsiasi altra barretta in zona e comprenderai perché siamo diversi !

In 5 fantastici gusti…."buonissimi" ad un prezzo più conveniente.

SPECIAL OMEGA 3
Sono purissimi perché sono purificati 3 volte (incluso la distillazione molecolare). Hanno la più alta concentrazione di Omega 3 presente sul mercato: ben 750 mg di grassi EPA/DHA per perla nel perfetto rapporto 2:1 (EPA doppia del DHA) che è il rapporto indicato come il più efficace da diverse ricerche scientifiche. Hanno la minor quantità di grassi saturi in assoluto. Sono potenziati con la vitamina E, una vitamina che protegge la purezza degli omega 3 e nell'organismo ne potenzia l'azione.

Per tali ragioni è unico e insuperabile e se lo confronti non troverai chi lo supera. Buono anche nel prezzo.

BARRETTA PROTEICA
Ogni barretta fornisce 1,5 blocchi e 160 calorie circa in proporzione prossima a 40-30-30.

Contiene proteine nobili potenziate con l'aminoacido cisteina per un maggiore valore biologico delle proteine e carboidrati a rilascio graduale per energia che dura nel tempo.

Non è facile trovare una barretta con ben 26 vitamine e minerali, ma questa barretta è unica perché li contiene. In 5 fantastici gusti…."buonissimi" ad un prezzo più conveniente.

OPTIMUM DAY
Se non si vogliono avere scompensi nutritivi è bene assicurarsi di ingerire tute le vitamine e i minerali.

Optimum Day contiene la massima quantità consentita di tutte le vitamine e i minerali. E' probabilmente l'unico prodotto che contiene il 100% del fabbisogno di calcio e magnesio, 2 minerali importantissimi e fondamentali per la salute delle ossa, del sistema nervoso e per favorire migliori contrazioni muscolari.

Confrontalo e lo troverai il più completo.

GLOSSARIO
ACIDO GRASSO ESSENZIALE - Sono grassi che è necessario introdurre con la dieta perché sono di vitale importanza per mantenere uno stato di salute ottimale. Si oppongono al deposito di colesterolo sulle pareti delle arterie, quindi prevengono la degenerazione e l'indurimento delle loro pareti, frequente nell'età avanzata.

ACIDO GRASSO INSATURO - Sono grassi molto importanti per abbassare il colesterolo, inoltre aiutano a prevenire le malattie cardiache. Sono essenziali per l'attività ghiandolare, la pelle sana, le mucose e altri processi. Sono generalmente liquidi a temperatura, ambiente e derivano dai vegetali, noci, semi o altre fonti, ad esempio l'olio di mais, di girasole e d'oliva.

ACIDO GRASSO SATURO -. Sono grassi assorbiti dal corpo più lentamente rispetto a quelli insaturi, solitamente associati con le malattie cardiache. Sono comunemente solidi a temperatura ambiente. Fonti principali di grassi saturi sono il grasso della carne, i latticini e le uova.

ACIDO EICOSAPENTANOICO (EPA) - E' un grasso che si trova nel pesce e negli oli derivanti dai pesci. Diminuisce il colesterolo, in particolare quello “cattivo”.

EICOSANOIDI: sono dei "messaggeri" che si formano all'interno dell'organismo a partire dai grassi alimentari ingeriti e agiscono in modo simile agli ormoni, controllando ogni aspetto della fisiologia umana e centinaia di altre funzioni relazionate al benessere, alla salute e all'efficienza. Si possono banalmente dividere in eicosanoidi “buoni” ed eicosanoidi “cattivi”. I primi promuovono la salute, i secondi favoriscono i processi infiammatori.

INDICE GLICEMICO - E' un sistema che indica la velocità diversa con la quale i carboidrati vengono trasformati in glucosio dal corpo.

IPERGLICEMIA - Si tratta del livello anormale del glucosio presente nel sangue.

OMEGA-3: sono grassi benefici per la salute, contenuti soprattutto nel pesce “grasso”. I due piu importanti omega-3 sono l`EPA e il DHA. Barry Sears, l`ideatore della dieta a zona, consiglia un rapporto tra EPA e DHA di 2:1